Ferrara Tour Classico

MEZZA GIORNATA (2 ore e 30 circa)

La visita inizia con un percorso panoramico in pullman lungo le mura rinascimentali (importante esempio di sistema bastionato italiano), entrando poi nel cuore della città rinascimentale per illustrare gli aspetti urbanistici della famosa Addizione Erculea, progettata da Biagio Rossetti ed ammirare il Palazzo dei Diamanti, gioiello dell’architettura italiana del Quattrocento.

Si prosegue a piedi lungo Corso Ercole I d’Este fino al Castello Estense, vero simbolo della città, colto nelle sue trasformazioni da fortezza cittadina a residenza ducale (visita esterno). 

Si giunge poi al centro della città medievale, dove domina la grande mole della Cattedrale * (mirabile esempio di edilizia religiosa nel passaggio dal romanico al gotico) e il Palazzo del Comune (ex palazzo Ducale).

Si percorrono quindi gli stretti e suggestivi vicoli del Quartiere ebraico (dove si conserva memoria di una delle più antiche e numerose comunità ebraiche d’Italia), fino ad arrivare alla caratteristica Via delle Volte (che testimonia gli intensi traffici mercantili sull’antico corso del fiume Po, nel Medioevo).

Per questo itinerario non vi sono entrate a pagamento.

Si avverte che attualmente la Cattedrale è ancora chiusa per lavori di consolidamento post-sisma, è parzialmente visibile solo la facciata.

GIORNATA INTERA (5 ore)

Con una giornata intera sarà possibile ampliare la conoscenza della città, aggiungendo all’itinerario precedente la visita all’interno del Castello Estense: interessante percorso storico-artistico, attraverso le sale affrescate e le vicende di casa d’Este. Inoltre nel Museo della Cattedrale si potranno ammirare importanti tesori quali: le note formelle dei Mesi provenienti da un’antica porta del duomo, la Madonna della Melagrana di Jacopo della Quercia (sec. XV), le ante d’organo dipinte da Cosmè Tura, caposcuola della pittura ferrarese del Quattrocento.

In alternativa

si potrà raggiungere Palazzo Schifanoia - luogo di delizie degli Estensi, che racchiude il famoso salone dei Mesi, affrescato per volere di Borso d’Este, intorno al 1470, dai maestri della grande scuola del Rinascimento ferrarese: Francesco del Cossa, Ercole de’ Roberti (attualmente chiuso per restauri, apertura prevista primavera 2020).

Di fronte a Palazzo Schifanoia sorge la chiesa di Santa Maria in Vado, importante luogo di culto, ricco di capolavori dell'arte ferrarese.

In alternativa si può scegliere uno dei due musei nazionali della città:

Palazzo Costabili e il Museo Archeologico Nazionale – splendido edificio detto anche Palazzo di Ludovico il Moro, capolavoro del Rinascimento ferrarese, che ospita dal 1935 il Museo Archeologico, dove si conservano reperti di grande importanza e bellezza, provenienti dalla città etrusca di Spina, sul mare Adriatico (fiorita tra il VI e III secolo a.c.). A piano terra è la sala del tesoro, affrescata agli inizi del Cinquecento dal Garofalo e da Dosso Dossi.

Pinacoteca Nazionale – collocata al piano nobile di Palazzo dei Diamanti, la Pinacoteca di Ferrara vanta oggi un nuovo suggestivo allestimento, che esalta al meglio la bellezza dei suoi capolavori. Nel percorso che va dai grandi cicli di affreschi duecenteschi, alle tele di fine Settecento, assume particolare rilievo la grande stagione del Rinascimento ferrarese, dai pittori del Quattrocento (Cosmè Tura, Ercole de' Roberti e la loro scuola), ai maestri di primo Cinquecento (Garofalo, Dossi), agli artisti con i quali si chiude, a fine secolo, l’epoca della Signoria Estense (Bastianino, Scarsellino). 

Altrimenti, se non si vuole visitare un museo, si potrà prevedere un percorso attraverso le chiese ( ad esempio la basilica di San Francesco e la già citata chiesa di Santa Maria in Vado, o attraverso i luoghi della spiritualità: Convento del Corpus Domini ( chiuso sabato e festivi) e convento di Sant'Antonio in Polesine (chiuso festivi).

Gli itinerari che prevedono la visita ad un museo non possono essere svolti nella giornata di lunedì e i gruppi devono essere massimo di circa 30 partecipanti.

INFO INGRESSI:

Castello Estense: ingresso intero €. 6,00, ingresso ridotto € 4,00 (fino A 18 anni; over 65; gruppi 15 persone,), tariffe maggiorate di 2,00 euro dal 9 febbraio al 7 giugno, in occasione della mostra Tra simbolismo e futurismo. Gaetamo Previati; gruppi scuole medie e superiori € 3,00, minori dai 6 ai 12 anni e gruppi scuole elementari 1,00 euro.

Museo della Cattedrale: ingresso intero € 6,00, ridotto gruppi € 3,00 ( gruppi almeno 15 persone e over 65 anni), gratuito fino a 18 anni.

Museo Archeologico Nazionale: ingresso intero € 6,00, ridotto € 2,00 dai 18 ai 25 anni, gratuito fino ai 18 anni (ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese).

Pinacoteca Nazionale: ingresso  € 6,00, ridotto tra 18 e 25 anni € 2,00, gratuito fino a 18 anni (ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese).